La storia dietro John James Audubon

The Story Behind John James Audubon

 

John James Audubon era un ornitologo americano ampiamente riconosciuto come l'uomo che ha portato la consapevolezza e l'apprezzamento della fragilità e della bellezza degli uccelli nel mondo occidentale. È famoso soprattutto per le sue bellissime illustrazioni di uccelli americani, che ha documentato nella sua collezione Gli uccelli d'AmericaPubblicato in undici anni (1827-1838), Gli uccelli d'America is suddiviso in quattro volumi, presenta oltre quattrocento illustrazioni a colori, misura 90 x 67 centimetri e pesa ben 25 chilogrammi. La collezione è ampiamente considerata uno dei libri di storia naturale più eccellenti al mondo. 

 

Libro The Birds of America di John James Audubon

Libro The Birds of America di John James Audubon 

 

Audubon ha avuto un inizio affascinante. Battezzato Jean-Jacques Laforest Audubon, è nato a Les Cayes, Saint-Domingue (l'odierna Haiti) nei Caraibi. Era il figlio illegittimo del capitano di mare francese e proprietario della piantagione Jean Audubon e della cameriera Jeanne Rabine, che morì quando Audubon aveva sette mesi. Con le crescenti tensioni nei Caraibi - la minaccia di una rivolta degli schiavi incombeva - il capitano Audubon non aveva motivo di restare. Mandò Audubon di cinque anni e la sua sorellastra Rose a vivere con la sua nuova moglie Anne Moynet Audubon a Nantes, in Francia, e si unì a loro qualche tempo dopo. Il capitano Audubon e Anne adottarono ufficialmente i bambini nel 1794.

 

 

Poster del fenicottero americano, riprodotto da The Birds of America

 

La sua infanzia in Francia è stata caratterizzata da ore di svago. Audubon è rimasto affascinato dalla fauna selvatica e ha iniziato a disegnare come un modo per documentare i suoi animali preferiti, in particolare gli uccelli. Il capitano Audubon ha sostenuto gli sforzi artistici di suo figlio e gli ha insegnato come identificare le specie di un uccello ed esaminare i nidi e le uova di un uccello. Il capitano Audubon comprò ad Audubon i suoi primi libri di ornitologia; Audubon avrebbe in seguito accreditato questo libro come la prima volta che desiderava copiare la natura veramente. 

 



L'illustrazione originale dell'American Flamingo, realizzata da Audubon 


Quando compì diciotto anni, Audubon emigrò in America per gestire una delle tenute di suo padre a Mill Grove, Philadelphia. È stato ipotizzato che Audubon fosse così desideroso di trasferirsi negli Stati Uniti perché voleva evitare di essere arruolato nell'esercito di Napoleone. Cambiando il suo nome all'anglicizzato John James, Audubon si gettò nella vita americana (divenne cittadino ufficiale già nel 1812). Amava la cultura, il patriottismo e, soprattutto, la fauna selvatica. 

 

Audubon non era interessato al lavoro manuale richiesto per gestire la piantagione di suo padre, quindi si abbandonò alla sua sensibilità artistica. Più sviluppava le sue capacità artistiche, più si rendeva conto che le illustrazioni della natura potevano essere più che semplici rappresentazioni scientifiche. Avevano il potenziale per trasmettere le personalità di ciascuna specie. A questo punto della sua carriera, la maggior parte degli uccelli che Audubon disegnava erano morti da tempo e li appendeva a corde e fili quando li disegnava, usando una griglia sul suo foglio da disegno per aiutarlo a disegnare accuratamente le proporzioni. In seguito avrebbe optato per esemplari appena uccisi poiché i loro colori erano più accurati. Gli fu anche insegnato come catalogare accuratamente i suoi soggetti dal dottore, ornitologo e tassidermista dilettante Charles-Marie D'Orbigny, che incontrò quando si trasferì temporaneamente a Nantes per ottenere il permesso di suo padre di sposare il suo nuovo amore, Lucy Bakewell. 

 


Ritratto di John James Audubon, 1841

 

Mentre Audubon viaggiava molto negli Stati Uniti illustrando uccelli, che chiamava le sue "più grandi delizie", non pensava di poter pubblicare il suo lavoro perché doveva guadagnarsi da vivere nel negozio di sua moglie a Louisville. Non è stato fino a quando un incontro casuale incoraggiante con Alexander Wilson, il celebre autore di Ornitologia americana, nel 1810 che Audubon divenne determinato a pubblicare le sue scoperte.  


Questo sogno sarebbe rimasto bloccato per diversi anni. Aveva figli, due dei quali morirono da piccoli, i suoi affari e investimenti fallirono, suo padre morì nel 1818 e avrebbe perso il lavoro come tassidermista per un museo di Cincinnati nel 1819. Questi fallimenti, debilitanti per alcuni, incoraggiarono Audubon a perseguire il suo sogno. Ha trascorso cinque anni viaggiando negli Stati Uniti e ha documentato il più possibile, determinato a catturare ogni uccello in America (alcuni dei suoi uccelli sono ormai estinti, il che rende il suo lavoro di grande valore). I suoi amici lo chiamavano pazzo, ma Lucy era di supporto; di lei, Audubon scrisse "mia moglie decise che il mio genio dovesse prevalere e che il mio successo finale come ornitologo dovesse essere trionfante". A differenza di altri ornitologi che usavano la pittura ad olio, Audubon prediligeva acquerelli, pastelli a pastello, carboncino, matita e inchiostro. 

 

 

Audubon non è stato preso sul serio da altri ornitologi. Lo vedevano come un rivale dell'establishment ufficiale, un sentimento guidato nientemeno che da Alexander Wilson. Si opposero fermamente ai tentativi di Audubon di pubblicare le sue scoperte in America, cosa che lo costrinse a recarsi in Inghilterra. Lì, ha incontrato l'amico e partner di una vita Robert Havell Jr, un editore e incisore che ha contribuito a realizzare il sogno di Audubon. Promuovendo il lavoro come personificazione dello spirito americano, Audubon e Havell hanno pubblicato la collezione a rate, con gli abbonati che pagavano fino a $ 1000 per ogni parte. Questa era una pratica comune nel XIX secolo per la pubblicazione di grandi opere; Audubon ha insistito per trasmettere accuratamente le dimensioni degli uccelli, quindi i fogli erano enormi. La collezione divenne nota come "double elephant folio", dal nome della carta su cui era stampata. La collezione è stata incredibilmente popolare, attirando famosi abbonati che includevano il re Carlo X di Francia e la regina Adelaide di Sassonia-Meiningen in Gran Bretagna. Un'edizione più economica e quindi più accessibile fu pubblicata negli anni '19 dell'Ottocento con l'aiuto del litografo di Filadelfia JT Bowen.

 

Le stampe sono state create tracciando gli acquerelli originali di Audubon al contrario su fogli di rame e incidendo le linee nel metallo usando l'acido (un metodo noto come processo di intaglio). Un effetto tonale è stato ottenuto aggiungendo l'acquatinta; ciò comportava lo scioglimento della polvere di resina sulla lastra di rame e la sua esposizione all'acido. Più a lungo è stato immerso nell'acido, più scuro sarebbe stato il tono. Le immagini sono state quindi stampate in nero e i colori sono stati applicati in una catena di montaggio da un team di oltre cinquanta coloristi.


Birds of America rimane una delle opere ornitologiche più apprezzate e rispettate. Le edizioni sono esposte da dozzine di istituzioni, musei e gallerie d'arte, tra cui l'Università di Pittsburgh, il Teylers Museum di Haarlem, il Field Museum of Natural History di Chicago e la Liverpool Central Library. Gli acquerelli preparatori di Audubon sono conservati presso la New York Historical Society e l'edizione di Birds of America di Robert Havell Jr è in mostra permanente presso la Watkinson Library nel Trinity College del Connecticut. 

 


 


Leggi

Le cinque cose principali che devi sapere quando acquisti un poster vintage

Cerchi qualche nuova arte murale? Forse hai persino trovato la stampa artistica dei tuoi sogni per il tuo salotto. Prima di consegnare i tuoi soldi guadagnati duramente, ecco la nostra pratica guida per l'acquisto di un poster vintage.

 

Il mondo delle mappe: un viaggio nella storia

In questo post del blog troverai fatti interessanti e informazioni sulla storia delle mappe e come hanno creato un impatto nella nostra società. Puoi anche dare un'occhiata ad alcuni dei nostri modelli di poster cartografici mentre impari di più su di loro. 

 

Grafici scolastici vintage di Jung-Koch-Quentell ora disponibili da noi

Se sei andato a scuola in Germania prima della digitalizzazione del materiale didattico, probabilmente hai familiarità Di Jung Koch Quentell bellissime illustrazioni. Qui puoi saperne di più su di lui e scegliere il tuo grafico preferito per decorare le tue pareti! 



0 commenti

Lascia un commento

Tutti i commenti del blog vengono controllati prima della pubblicazione