La storia della xilografia in Giappone

The history of Woodblock Printing in Japan

 

La stampa xilografica iniziò intorno all'VIII secolo in Giappone, con artisti che la usavano solo per rotoli a mano come testi scritti per riproduzioni di scritture buddiste. Tuttavia, raggiunse il suo pieno potenziale entro la fine del XVII secolo, quando gli artisti giapponesi iniziarono a realizzare opere più contemporanee.

 

Durante l'anno 1600 e sotto il governo di Tokugawa Ieyasu, l'ultimo dei tre grandi shogun in Giappone, nacque una nuova era: l'età del periodo Edo. Nel 1603 Tokugawa Ieyasu fu nominato Shogun dall'imperatore del Giappone. Uno Shogun era simile al comandante in capo di un esercito, ed era il sovrano in nome dell'imperatore.

 


Processione al festival Torinomachi di Hiroshige

 

Perché lo menzioniamo e perché è rilevante? Perché in questo periodo Ieyasu creò il quartiere di Yoshiwara, uno dei quartieri a luci rosse di Edo, oggi a Tokyo. Detto questo, molte persone venivano ogni anno a Edo. La città era così famosa che in un attimo fu persino la città più popolata della Terra con più di un milione di persone. 

 

Pertanto, possiamo collegare direttamente Yoshiwara, Tokugawa e l'arte della xilografia. Tokugawa ha creato questo distretto per attirare mercanti da tutto il Giappone che venivano con molti samurai. Hanno spostato l'economia a Edo e per mantenerli felici; il distretto di Yoshiwara all'epoca offriva tutti i tipi di intrattenimento. Dalle cortigiane agli attori kabuki che sono diventati delle star, soprattutto grazie a questi mercanti. È nata una cultura contemporanea e gli editori hanno visto questa come un'opportunità per dipingere disegni unici e venderli a tutta questa massa fluttuante di persone che andavano e venivano continuamente in quegli anni.

 



L'ora di un cane di Kitagawa

 

Alcune delle opere più rappresentative risalgono all'inizio di questo periodo, ma si sono anche evolute nel tempo. È iniziato con le geishe e l'arte Kabuki, ma poi è cambiato in paesaggi che tipicamente includevano il Monte Fuji e forme complesse per creare onde, nuvole, alberi, tra gli altri.

 

Come sono stati realizzati questi blocchi di legno?

 

Per creare queste opere d'arte, gli artisti hanno avuto un periodo difficile. Prima di tutto, non era solo il disegnatore ma vari artisti. La xilografia era un'arte del lavoro di squadra. Fare una stampa era un compito di quattro persone: un designer, un incisore, uno stampatore e un editore. Queste quattro persone hanno preso parte a questo processo creativo prima che la stampa fosse pronta per la vendita. I primi tre artigiani menzionati prima erano responsabili della produzione, mentre l'editore determinava la qualità e il tema dell'opera d'arte. Considerando tutto, sapeva cosa vendeva meglio.

 

All'inizio, la stampa xilografica era possibile solo in modo monocromatico. Alla fine, e con il tempo, intorno all'anno 1740, furono aggiunti altri due colori: verde e rosa. Con questo notevole passo avanti, gli stampatori potrebbero dare una migliore tonalità di colore alla loro arte. Tuttavia, non è stato fino al 1765 quando Harunobu Suzuki ha fatto il miglioramento più significativo in questa arte della stampa quando ha creato un file tutta la tavolozza dei colori in stampa.

 


Ehon Chiyomi-gusa di Nishikawa Sukenobu. Parte di un libro con illustrazioni di diverse donne di Kioto. Il British Museum. Londra, Regno Unito.

 

Ma come ha fatto Harunobu a padroneggiare questa nuova tecnica? È riuscito a creare un intero set di colori da stampare creando diverse basi di blocchi. Forse per alcune persone può sembrare evidente ora, ma all'epoca era una forma rivoluzionaria per dare più libertà ed espressione a queste stampe.

 

Per ottenere ciò, e come accennato in precedenza, ha creato una serie di blocchi da stampare. Il primo aveva il modello originale. Harunobu ha disegnato il modello sul giornale. Successivamente, ha incollato questa carta nel blocco delle chiavi e ha inciso ogni singola linea e gamma di profondità che voleva dare a questa stampa. In questo modo e utilizzando i colori, l'artista è stato in grado di dipingere il suo capolavoro. Ma come potevano farlo in diversi colori? I colori potrebbero mescolarsi e probabilmente mettere in pericolo il risultato finale.

 

Per risolvere questo problema, Harunobu ha creato diversi blocchi oltre all'originale. Pensava che scalpellare solo parti specifiche del blocco gli avrebbe permesso di dipingere altre aree e oggetti del suo lavoro. In questo modo, è stato in grado di lavorare per strati senza interferire con la stampa originale. E per tenere tutto in posizione, ha scolpito ogni base di legno su un lato in modo da poter posizionare la carta sempre sullo stesso lato senza preoccuparsi dell'allineamento del suo lavoro.

 

Utamaro Kitagawa

 

Utamaro Kitagawa è uno degli artisti più significativi dell'arte Ukyo-e in Giappone. Ha iniziato a disegnare xilografie per libri e testi in generale, ma alla fine ha smesso di farlo e ha deciso di passare dai testi scritti ai ritratti di donne. 


3 geishe al giardino dei fiori di ciliegio di Utamaro Kitagawa

 

Kitagawa era ossessionato dalla bellezza delle donne e iniziò a stampare blocchi con un quarto del loro corpo. La sua ispirazione e musa ispiratrice era Tomimoto Toyohina. Kitagawa l'ha scelta perché, secondo lui, era la donna più bella dell'epoca. Inoltre, la personalità di Toyohina era unica ed era la geisha numero uno nel quartiere a luci rosse di Yoshiwata.

 


Geisha and a Fan di Utamaro Kitagawa

 

Katsushika Hokusai

 

Hokusai ha avuto una lunga carriera. Ha realizzato stampe per più di sette decenni. Era un abile pittore e lo ha imparato in tenera età. Hokusai è l'artista che ha creato La grande ondata di Kanagawa, una delle opere d'arte più, se no, più rappresentative del periodo Ukyo-e. Si stima che ne siano state realizzate circa 8.000 copie. Più vecchia è la stampa, più alto è il prezzo. 

 


La grande ondata di Kanagawa di Katsushika Hokusai

 

Lo stile era alla moda in Giappone, ma divenne popolare anche all'estero. Europa, più specificamente. Hokusai è stato così cruciale per l'arte moderna che ha influenzato direttamente artisti come Van Gogh e Edgar Degas. Van Gogh ha persino scritto in una delle sue lettere quanto segue "Tutta la mia arte è, in una certa misura, influenzata dal Giappone". Ma non solo tra pittori ma anche compositori. Qui c'è una fotografia di Debussy e Stravinsky in posa mentre La Grande Onda di Kanagawa è visibile in alto a destra.

 


I compositori Claude Debussy e Ígor Stravinsky

 

Hokusai ha anche creato una serie chiamata Trentasei vedute del Monte Fuji, una serie che includeva - sì, avete indovinato - trentasei vedute del Monte Fuji da diverse prospettive. Anche se l'unica differenza era che la serie aveva quarantasei paesaggi con questa affascinante montatura sullo sfondo.

 


Monte Fuji Red di Katsushika Hokusai

 

Per una lunga parte della sua vita, Hokusai si è identificato con la religione shintoista, una religione senza immagini in termini di statue degli dei ma in ciò che la vita rappresenta nella natura. Per questo motivo, i seguaci shintoisti credono che gli spiriti assumano la forma di cose che loro - e la maggior parte delle persone - considerano essenziali per la vita, come alberi, fiumi, pioggia, tra gli altri. 

 


Cascata Yoro di Katsushika Hokusai

 

Hokusai ha sentito questa connessione con la natura grazie allo shintoismo e si è ispirato principalmente alla natura. Le cascate erano una delle sue preferite e ha realizzato una collezione di 8 xilografie ispirate a diverse cascate in varie province del Giappone. Qui e dentro La grande ondata di Kanagawa, possiamo osservare l'uso del particolare pigmento blu berlinese - o prussiano all'epoca -, un colore blu intenso Hokusai importato direttamente dall'Europa e un colore che fu un totale successo in Giappone.

 

Suzuki, Kitagawa e Hokusai non furono gli unici artisti a perfezionare la stampa xilografica. Ce ne sono altri come Hiroshige, Kuniyasu o Kunisada. Qui vi lasciamo un altro paio di disegni basati sulla stampa su legno del periodo Edo. E se vuoi vedere una collezione completa di arte giapponese, non esitare a fare clic qui.

 


Sumo Wrestler di Utagawa Hiroshige

 



Fuji no Yukei di Utagawa Kuniyoshi

 


Osan di Kunisada

 

0 commenti

Lascia un commento

Tutti i commenti del blog vengono controllati prima della pubblicazione