Chi era Alfons Mucha, che ha rivoluzionato e plasmato un nuovo stile?

La Plume di Alphonse Mucha

A cavallo tra XIX e XX secolo, le avanguardie artistiche e i circoli intellettuali dominavano il mondo.
Nessuno si aspettava che l'art nouveau ci rubasse il cuore, ma la sua influenza ha preso piede in tutti i settori dell'arte e della vita quotidiana.
Uno dei grandi artisti di questo movimento fu Alfons Mucha.

Mucha è nato nel 1860 nella Moravia meridionale, nella Repubblica Ceca. Affascinato dall'arte fin dalla tenera età, non prestò molta attenzione alla scienza, cosa che lo portò a non entrare all'Accademia di Belle Arti di Praga al primo tentativo. La sua passione e determinazione non gli hanno impedito di realizzare i suoi sogni. Poco dopo, il teatro viennese lo assume come scenografo, e inizia la sua avventura artistica.

 

The Arts Music di Alphonse Mucha

 

Grazie all'aiuto finanziario del suo mecenate, Alfons Mucha iniziò i suoi studi all'Accademia di Belle Arti di Monaco. Si è laureato a un ritmo vertiginoso: il suo lavoro d'esame è stato così impressionante che Mucha ha superato immediatamente il suo terzo anno di studi. Dopo la laurea, Mucha si trasferisce a Parigi, centro principale dell'avanguardia.

Fu nella città degli innamorati che iniziò la vera carriera dell'artista. Una svolta nella storia di Alfons Mucha fu la creazione nel 1894 di un poster per la nuova commedia "Gismonda", interpretata da Sarah Bernhardt, che all'epoca era all'apice della sua fama.
Creato a cavallo tra il 1894 e il 1895 con un'immagine a grandezza naturale della star della scena parigina, Gismonda divenne un esempio dello stile unico di Mucha.

 

Attaccatura a parete La Tosca di Alphonse Mucha

 

Il nuovo formato di un poster allungato

Felicissima del lavoro, l'attrice ha firmato un contratto di sei anni con l'artista, che è diventato il suo passaporto per la fama mondiale. Durante questo periodo, Mucha tenne due mostre personali delle opere di Alfons a Parigi: alla Galerie de la Bodinière e al Salon Hundred della galleria La Plume.

Nel 1900 Mucha partecipa all'Esposizione Universale di Parigi. Pian piano stava nascendo il famoso “le style Mucha”.

 

Bieres de la Meuse di Alphonse Mucha

 

Poster per spettacoli con Sarah Bernhardt

Da allora Mucha ha ricevuto numerosi ordini per poster, illustrazioni, calendari e pubblicità. Alfons Mucha non è stato solo un brillante illustratore, ma un grande artista e professionista della pubblicità del suo tempo.

L'artista era anche conosciuto come designer di gioielli, decorazioni e costumi d'eccezione (per la “divina Sarah”) e scultore. Ha ricevuto una medaglia di bronzo per la scultura Natura all'Esposizione Universale di Parigi nel 1900. 

Nel 1904 un artista d'arte decorativa, famoso in Europa, partì alla conquista dell'America, dove soggiornò a New York. Come si è scoperto, non era la sua ultima visita lì: oltre a una valanga di ordini, Mucha ha ricevuto un lavoro presso il Chicago Institute of Art. Dopo aver perso la sua fortuna (Alfons salvava sempre i suoi amici poveri e bisognosi), l'artista aveva bisogno di contratti redditizi e l'America glielo rese possibile.

 

Champagne Ruinart di Alphonse Mucha

 

Dal 1904 al 1913 si recò più volte negli Stati Uniti, dove Mucha vendette le sue opere e fece numerosi ordini. Successivamente si trasferì a Praga, dove rimase fino alla fine della sua vita. In quel periodo tornò alle abitudini accademiche, realizzando dipinti di soggetto storico.

 

Ritorno alle radici

Mucha ha sottolineato che il suo lavoro era strettamente correlato alla sua tradizione nativa. I suoi lavori si sono concentrati sulle sagome femminili, mostrandone la bellezza e la sensibilità. Una caratteristica dell'artista è la ricca decorazione che circonda le teste o le figure delle donne. 

Abiti leggeri, ariosi e fluenti, così come capelli molto lunghi e legati e ricchi gioielli, accompagnano praticamente ogni immagine di donna creata da Mucha.

 

La Plume di Alphonse Mucha

 

Nella maggior parte delle sue opere, le donne hanno la testa decorata con un nimbo composto da elementi provenienti da vari tipi di piante, a seconda del soggetto. I segni dell'artista sono una linea morbida, un'apparente asimmetria, colori caldi e dettagli dorati che compaiono frequentemente. L'artista ha imparato la combinazione di motivi bizantini - spesso anche da fiabe - con la modernità.

Il grande sogno di Mucha era quello di creare l'epopea slava (1912-1926). Era una serie di 20 tele monumentali che presentavano la storia degli slavi, principalmente dei cechi (c'è stato anche un cambiamento nello stile e nella tecnica durante questo periodo: dipingeva con tempera all'uovo o olio). L'opera è stata la prova del forte legame tra l'artista e la sua amata terra natale. Il risultato, tuttavia, non fu accolto molto bene dai connazionali dell'artista, che percepirono Alfons Mucha più come un francese che come un ceco.

 

Attaccatura a parete La Samaritaine di Alphonse Mucha

Nonostante l'accoglienza non proprio piacevole, Mucha e la sua famiglia erano felici di vivere nella loro amata patria. Quando l'esercito tedesco entrò in Cecoslovacchia nel 1939, l'artista 79enne che fece molto per la comunità ebraica di Praga fu uno dei primi residenti di Praga ad essere interrogato dalla Gestapo. Il 15 luglio di quest'anno è morto. Centinaia di migliaia di persone hanno partecipato al funerale nonostante il divieto delle autorità tedesche. La sua ultima opera incompiuta è il trittico Age of Reason, Age of Wisdom e Age of Love (1936-1938).

 

“Lo stile Mucha”

Lo stile di Mucha - “le style Mucha” - nasce nel corso dell'evoluzione da illustrazioni commissionate per libri, calendari e riviste varie. Il periodo tra il 1893 e il 1903 fu il momento più cruciale della sua carriera quando Mucha realizzò le sue opere più importanti.

Lo stesso Mucha resistette (sebbene non riuscisse del tutto) alle influenze di vari stili: Art Nouveau o simbolismo. Ha insistito sul fatto che le sue opere avevano radici nell'arte tradizionale della sua terra natale: la Repubblica Ceca.

I tratti caratteristici del suo stile sono belle figure stilizzate di donne, spesso circondate da fiori, arabeschi e simboli vari. È una linea morbida e fluida riconoscibile, colori caldi e una magistrale combinazione di motivi bizantini e contemporanei.

 

Fruit di Alphonse Mucha

 

Le sue opere erano famose locandine teatrali per la “Divina Sarah” e copertine di riviste. Mucha contribuì anche alla rinascita della Cecoslovacchia creando disegni gratuiti di francobolli, stemmi e banconote.
Mucha ha collaborato con molte aziende, incl. l'azienda dolciaria Lefèvre - Utile, un'azienda produttrice di cartine per sigarette - Job, o Nestlé.

 

Annuncio di sigaretta JOB di Alphonse Mucha

 

Le sue bellissime illustrazioni adornavano manifesti aziendali, cartoline, opuscoli e, ad esempio, scatole di latta con biscotti. Alfons Mucha era ovunque.
L'artista che voleva fare il ritrattista era uno dei più grandi geni, un illustratore conosciuto in quasi tutto il mondo - e tale rimane fino ad oggi.


Ha avuto successo commerciale. Le sue opere, e quindi lo stesso Alfons Mucha, sono immortali-belle, senza tempo e riconoscibili.

 

Leggi di più:

 

Come l'esotismo ha reso Paul Gauguin uno studente della natura

La vita di Paul Gauguin è sempre stata di pari passo con il mondo esotico e non convenzionale. Nato nel 1848 a Parigi, il pittore francese, considerato uno degli esponenti del postimpressionismo, influenzò grandi...

 

Claude Monet - La bellezza del momento

Una donna è fuori per una passeggiata con suo figlio in una giornata ventosa d'estate. Il vento le soffia il velo sul viso e le fa roteare il vestito. I fiori di campo si muovono...

 

Egon Schiele: tra Art Nouveau e Modernismo viennese

«Nessuna opera d'arte erotica è immondizia se è artisticamente significativa; si trasforma in immondizia solo attraverso l'osservatore se è immondo.' Egon Schiele, pittore austriaco...

 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e Google Informativa sulla Privacy e Termini di Servizio applicare.